Archivi tag: Mercatone Uno

Speriamo bene…

Di Eugenio Pari

 

Il 14 maggio 2011 l’attuale sindaco Gnassi in merito alla crisi aziendale dell’SCM che allora colpiva 70 lavoratori dichiarava a Il Fatto quotidiano (link:http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/05/14/il-faccia-a-faccia-del-fatto-tra-i-candidati-a-rimini/111200/) : “Aprirò un tavolo di crisi aziendale per dare una risposta di prospettiva alle 70 famiglie”. Oggi che i lavoratori coinvolti sono 90 ci chiediamo quali siano le intenzioni del sindaco, visto che nella recente crisi del mese di settembre fra le tante voci che si sono ascoltate è mancata proprio quella del Comune. A questo scenario si aggiunga anche che l’azienda Mercatone Uno ha aperto una procedura di mobilità a livello nazionale che coinvolge oltre 400 persone in 6 regioni diverse, al momento Rimini non parrebbe coinvolta ma secondo la Fisascat-Cisl, sindacato che ha fatto emergere la situazione, i lavoratori dei punti vendita riminesi rischiano di essere coinvolti presto.

Nella stessa intervista, in merito alla criminalità organizzata, l’attuale sindaco dichiarava che: “assumerei il protocollo sulla legalità che consente di proteggersi dall’infiltrazione mafiosa. Va anche rivisto il meccanismo degli appalti col criterio del massimo ribasso”. L’ultima operazione della magistratura volta a contrastare un racket delle scommesse clandestine con importanti influenze della camorra è del 24 settembre, un quotidiano locale lunedì 26 settembre apriva con un articolo in cui si spiegava che il clan camorristico dei Fidanzati ha da anni messo le proprie radici in riviera. Le intercettazioni del boss Vallefuoco coinvolto nell’operazione “Vulcano” dimostrano chiaramente che nelle attività criminali sono coinvolti da tempo anche professionisti riminesi, sicché il tema degli anticorpi che la comunità riminese avrebbe da tempo risulta infondato.

Tralasciando, al momento, temi come il lavoro nero, l’evasione fiscale, la riqualificazione ambientale ci chiediamo che cosa si stia facendo per dare coerenza con atti politici e amministrativi alle affermazioni rilasciate in campagna elettorale. Insomma, a che punto è il tavolo di crisi aziendale promosso dal Comune? Soprattutto, il Comune che cosa pensa di fare, come pensa di muoversi rispetto al processo di desertificazione industriale e occupazionale in atto da diversi anni a Rimini? E l’osservatorio sulla legalità?

È vero, sono solo 4 mesi che questa giunta e il suo sindaco si sono insediati, ma un antico adagio recita che “il buon giorno si vede dal mattino” e se comune e provincia si sono dimostrate, almeno sulla stampa, attivissime in merito alle nomine in aziende partecipate come la società Palacongressi, forse per colpa della stampa, questo attivismo su temi come lavoro e politiche per la legalità ci sembra essere andato poco oltre le semplici enunciazioni.

Peraltro sono apprezzabili prese di posizioni come quella sul Capodanno, in cui, finalmente, si chiede ai privati di sostenere i costi per la diretta Rai (infatti quest’anno non ci sarà diretta Rai, visto che poi non era così importante?!), proprio per questo speriamo che si faccia qualcosa e si faccia presto anche sui temi sopra richiamati.

Attendiamo fiduciosi!

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,
Annunci