Archivi tag: città di Rimini

Commento all’intervento del Vescovo di Rimini

 

Rimini, 15.10.2011

Comunicato Stampa

DICHIARAZIONE DI EUGENIO PARI (COORDINATORE COMUNALE SEL RIMINI): “DAL VESCOVO IMPORTANTI PAROLE PER CONTRASTARE LA LOBBIE DELL’EVASIONE FISCALE E A NON ALLEARSI CON I POTERI FORTI”

Sono molto importanti e condivisibili le parole del Vescovo di Rimini sull’evasione, soprattutto è importante l’invito agli amministratori a schierarsi contro le lobbies dell’evasione, un club molto nutrito nella nostra realtà.

I comuni non possono solo limitarsi alla pur giusta e condivisibile denuncia dei tagli subiti dal governo centrale, devono diventare promotori di politiche attive per contrastare l’evasione fiscale di concerto con gli organi preposti dallo Stato.

È peraltro assolutamente condivisibile l’esortazione alla politica di far “cessare quel logoro costume che misura il valore delle persone e delle iniziative sulla base di quanto ‘portano’ in termini di consenso elettorale o sul fatto di essere legate a cordate di ‘amici’”.

Occorre contrastare l’evasione fiscale, che molto spesso si accompagna con fenomeni di corruzione, perché la frattura sociale che sempre più si va evidenziando nel Paese rischia di trasformarsi in una voragine dove verranno risucchiati i cittadini più deboli, coloro che hanno sostenuto fino ad oggi il peso dei sacrifici richiesti da una classe politica che invece perdura nella propria autoreferenzialità e in quelli che sono ormai diventati privilegi di casta.

Il dibattito locale si sofferma ancora una volta sull’aumento dell’addizionale IRPEF (imposta pagata all’85% da lavoratori dipendenti e pensionati), senza che questo aumento significhi un altrettanto e proporzionale innalzamento dei servizi resi ai cittadini più esposti alla crisi. Anzi, le spese del pubblico per il sociale di anno in anno vengono tagliate e a pagarne i costi sono i cittadini più deboli: disabili, anziani non autosufficienti tanto per citare solo due casi. Per fronteggiare la crisi, lo diciamo da tempo, occorre maggior intervento del pubblico a tutela del sistema di welfare locale e dei beni comuni. Cedere alla logica secondo la quale questa crisi può essere affrontata solo attraverso l’esternalizzazione o, peggio, attraverso la riduzione dei servizi pubblici significa dichiarare ineluttabile questa situazione, non modificarne le condizioni di fondo, anzi significa condividere le ragioni che hanno portato il Paese alla situazione in cui si trova.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Moschea a Rimini

Rimini, 13.09.2011

Di Eugenio Pari

Da giorni si assiste al dibattito, ormai annoso, sulla possibilità di aprire una moschea a Rimini, questa cosa, che secondo l’art. 13 della Costituzione italiana è un diritto ha dato la stura alla vandea renziana contro gli immigrati che vivono e lavorano in Via Giovanni XXIII. Per Renzi il fatto che a Borgo Marina lavorino e vivano asiatici e africani, il fatto che vi sia un centro islamico è degrado, per me si tratta, nel suo caso, di un disco rotto, una propaganda che non funziona più.

Moschea a Rimini

Invece l’assessore comunale alla polizia municipale mi pare esprima una sostanziale equidistanza riducendo una vicenda così complessa ad un puro fatto di ordine pubblico. Non si tratta di questo. Credo, invece, si tratti della capacità di accoglienza, di apertura o meno di una comunità, della capacità di creare ponti con le altre.

In risposta al dettato costituzionale, laicamente credo che quanto prima si debbano dare risposte concrete per la realizzazione di un diritto e non avere atteggiamenti di chi esercita una gentile concessione.

La proposta che la comunità islamica avanza da anni a tutte le amministrazioni senza trovare risposte adeguate, se non generici attestati di condivisione, è una proposta che fa dell’autonomia un proprio tratto caratteristico. Infatti, a differenza dell’esperienza romana, dove la moschea è stata costruita anche grazie a risorse di emiri arabi, quella riminese sarà il frutto dell’autotassazione dei fedeli e permetterà a centinaia, se non migliaia di cittadini di poter avere un luogo di culto nel quale riunirsi liberamente.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,
Annunci