Archivio

Diritto privato

 

Il consigliere comunale Eugenio Pari (PDCI) boccia la Holding: operazione sbagliata

La holding non s’ha da fare. La pensa cosi’ Eugenio Pari, consigliere comunale a Rimini per il Pdci che boccia l’intenzione dell’amministrazione di finanziare opere e investimenti per un valore di 17 milioni di euro con i proventi che deriverebbero dalla costituzione di una Holding. Questa societa’- riassume Pari in una nota- dovrebbe incamerare tutte le azioni delle aziende partecipate di cui il Comune e’ socio o proprietario.
Ma per il consigliere si tratta di un’operazione sbagliata, non percorribile e pericolosa per il bilancio del 2009 e per molti bilanci a venire. Perche’? Con la costituzione della Holding assisteremmo ad un allungamento della catena delle responsabilita’ composta da un soggetto in piu’, infatti ci sarebbero il Comune, la holding e le societa’ operative. E questo allungamento piuttosto che produrre efficienza produrrebbe ulteriore deresponsabilizzazione di fronte ai disservizi e alla formazione delle tariffe.
Inoltre, ricorda Pari, la finanziaria del 2008 vieta ai Comuni la costituzione di nuove societa’. Questa situazione produrrebbe un allentamento dei controlli gia’ oggi molto debole a doppio svantaggio dei cittadini che vedrebbero aumentare le tariffe e svalutare il valore delle delle azioni delle aziende di cui sono proprietari.

lunedì 29 dicembre 2008

http://www.libertas.sm/cont/news/il-consigliere-comunale-eugenio-pari-pdci-boccia-la-holding-operazione-sbagliata/23545/1.html

 

Pari (PDCI): potenziare le strutture della giustizia contro le infiltrazioni mafiose

Le infiltrazioni mafiose a Rimini e nella riviera, in particolare del famigerato clan dei “casalesi”, sono una “questione tremendamente seria”. Lo afferma Eugenio Pari, capogruppo dei comunisti italiani in Consiglio Comunale.

Le infiltrazioni mafiose a Rimini e nella riviera, in particolare del famigerato clan dei “casalesi”, sono una “questione tremendamente seria”. Dopo la pubblicazione del rapporto della Direzione investigativa antimafia (la Dia ha segnalato la costante penetrazione di camorra e ‘ndrangheta nel tessuto economico romagnolo), Eugenio Pari, capogruppo dei Comunisti italiani in Consiglio comunale, invita a tenere alta la guardia contro la “crescita esponenziale” delle attivita’ criminose.
Una crescita favorita anche da “una predisposizione del nostro tessuto economico- osserva in una nota- che per caratteristiche si presta ai fenomeni di riciclaggio”.
Per questo, il capogruppo Pdci chiede un pressing istituzionale sul governo Berlusconi: “Occorrono pressioni verso il governo centrale per potenziare le strutture della giustizia e per coordinare con piu’ forza le azioni investigative- dice chiaro e tondo- in questo senso ho sempre ribadito che la semplice richiesta di piu’ uomini, magari per contrastare l’abusivismo commerciale, e’ insufficiente quando le organizzazioni della grande criminalita’ vedono nelle nostre citta’ un terreno di conquista”. Soprattutto, pero’, “non si puo’ continuare a fingere che il problema non ci sia”.

mercoledì 22 ottobre 2008

http://www.libertas.sm/cont/news/pari-pdci-potenziare-le-strutture-della-giustizia-contro-le-infiltrazioni-mafiose/23163/1.html?utm_campaign=upcloo&utm_medium=links&utm_source=libertas.sm

 

Sicurezza. Il Pdci contro il sindaco di Rimini Alberto Ravaioli e la decisione di usare le ronde per il controllo del territorio

Le ronde sfilacciano la maggioranza del sindaco di Rimini Alberto Ravaioli. Il capogruppo del Pdci Eugenio Pari infatti prende carta e penna e definisce l’atteggiamento del primo cittadino “pilatesco”.
Quando invece, sottolinea il consigliere in una nota, avrebbe dovuto dar vita ad “un atto di opposizione civile”, di “difesa dello stato di diritto”.
Perche’ “l’organizzazione di ronde per il controllo del territorio- fa presente Pari- e’ un sintomo dell’abolizione di fatto dello stato di diritto eseguita dal governo”. È impensabile, incalza l’esponente dei Comunisti italiani, “che dei cittadini, magari con un fazzoletto verde al collo, possano sostituire le forze di polizia nel controllo del territorio e nella prevenzione dei fatti criminosi”. Al contrario andrebbe semplicemente assicurata, da un lato “la certezza della pena”, dall’altro l’adeguata dotazione di risorse alle forze di polizia.

mercoledì 25 febbraio 2009

http://www.libertas.sm/cont/news/sicurezza-il-pdci-contro-il-sindaco-di-rimini-alberto-ravaioli-e-la-decisione-di-usare-le-ronde-per-il-controllo-del-territorio/23880/1.html?utm_campaign=upcloo&utm_medium=links&utm_source=libertas.sm

 

Eugenio Pari boccia il nuovo stadio: “Il Neri, meglio ristrutturarlo”

Secondo il capogruppo del Pdci la città avrebbe altre priorità rispetto al nuovo stadio: dagli asili alla viabilità sino alle reti fognarie

Rimini, 11 settembre 2008 – Nuovo stadio: la palla passa ad Eugenio Pari. Il capogruppo Pdci Rimini, prendendo atto del confronto all’interno del Pd, sottolinea come la città abbia una serie di emergenze, in primis asili, viabilità e rete fognaria e come la “stragrande maggioranza” dei cittadini non consideri lo stadio una priorità. “Non so quale potrà essere l’esito in Consiglio comunale, però credo si possano progettare interventi di miglioramento del ‘Romeo Neri’ con costi di un quarto rispetto a quelli di cui si parla, ma solo se si vogliono effettivamente realizzare le opere di miglioramento, perchè se l’Amministrazione non sapra’ tener testa alle aspettative degli immobiliaristi, non ci potra’ essere mediazione alcuna – si legge nel comunicato di Pari – in quanto diverrà evidente che a Rimini e nel centrosinistra stesso ci sono due modi diametralmente opposti di intendere lo sviluppo della citta’ e di far fronte ai suoi problemi, governando le criticita’ e cercando di dare risposte reali alle aspettative dei cittadini che, nella stragrande maggioranza, non considerano lo stadio una priorita’”.

Riferendosi al confronto in seno al Pd, Pari aggiunge: “Quanto e’ avvenuto e’ importante perche’ conferma quello che diciamo da tempo e cioe’ che Rimini ha altre urgenze: asili, viabilita’ e rete fognaria, solo per citarne alcune” Il fatto che lo stesso punto di vista sia stato presentato anche dalla base del Pd, significa che le nostre critiche non sono, come invece settori dell’Amministrazione vogliono far credere, svolte con fini elettorali”, incalza Pari. E torna su un nodo per lui centrale: “Questo fatto politico permette un’altra riflessione su cui in maggioranza non si e’ ragionato abbastanza: i cittadini riminesi e gli elettori del centrosinistra non considerano lo stadio come una priorita’ e non sono pronti a sacrificare un altra parte della citta’ sotto il peso delle edificazioni”.
“Il progetto è cambiato decine e decine di volte – sottolinea – prima le curve, poi i cosiddetti moduli e cosi’ via, ma mai e’ cambiata l’entita’ del motore immobiliare, in nessun caso sceso al di sotto della soglia dei 40.000 metri quadrati”. E definisce lo stadio come una sorta di “cavallo di Troia” con cui “far passare l’ennesima colata di cemento in variante ai piani esistenti, affossando qualsiasi possibilita’ di rinnovare e rifondare le politiche di governo del territorio a Rimini. Quelle politiche – conclude – su cui i cittadini nel 2006 hanno richiesto discontinuità e che il sindaco aveva promesso di garantire”.

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/2008/09/11/117581-eugenio_pari_boccia_nuovo_stadio.shtml

 

http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/2007/06/12/17604-lotta_abusivismo_polemica_continua.shtml

Annunci

One thought on “Archivio

  1. Ale ha detto:

    Carissimo Ennio,
    ho visto che hai fatto delle modifiche in ampliamento al tuo blog… bravo, è molto meglio, ma che palle di film…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: