Moschea a Rimini

Rimini, 13.09.2011

Di Eugenio Pari

Da giorni si assiste al dibattito, ormai annoso, sulla possibilità di aprire una moschea a Rimini, questa cosa, che secondo l’art. 13 della Costituzione italiana è un diritto ha dato la stura alla vandea renziana contro gli immigrati che vivono e lavorano in Via Giovanni XXIII. Per Renzi il fatto che a Borgo Marina lavorino e vivano asiatici e africani, il fatto che vi sia un centro islamico è degrado, per me si tratta, nel suo caso, di un disco rotto, una propaganda che non funziona più.

Moschea a Rimini

Invece l’assessore comunale alla polizia municipale mi pare esprima una sostanziale equidistanza riducendo una vicenda così complessa ad un puro fatto di ordine pubblico. Non si tratta di questo. Credo, invece, si tratti della capacità di accoglienza, di apertura o meno di una comunità, della capacità di creare ponti con le altre.

In risposta al dettato costituzionale, laicamente credo che quanto prima si debbano dare risposte concrete per la realizzazione di un diritto e non avere atteggiamenti di chi esercita una gentile concessione.

La proposta che la comunità islamica avanza da anni a tutte le amministrazioni senza trovare risposte adeguate, se non generici attestati di condivisione, è una proposta che fa dell’autonomia un proprio tratto caratteristico. Infatti, a differenza dell’esperienza romana, dove la moschea è stata costruita anche grazie a risorse di emiri arabi, quella riminese sarà il frutto dell’autotassazione dei fedeli e permetterà a centinaia, se non migliaia di cittadini di poter avere un luogo di culto nel quale riunirsi liberamente.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

One thought on “Moschea a Rimini

  1. Roberto Bracaglia ha detto:

    egr. sig. Pari- non so quale carica abbia(se l’ha) nel comune di Rimini- Ma è vero che ci deve essere libertaà di religione-ma i luoghi devono essere adeguati- il centro di Via de giovanni 16 il circolo è sito in un locare inizialmente adibito a magazzino- poi-non so con quali crtiteri- è stato variato in circolo culturale frequentato da numerosissimi ….soci!.Tale magazzino-circolo è privo di ogni struttura sanitaria e fuori da ogni sicurezza-Il condominio è abitato da 13 famiglie(non so dove lei abita) e la presenza provoca un grave problema sia di convivenza(moltissimo traffico pedonale)che di parcheggio-Perchè il comune non assegna loro una aresa dove costruire i luoghi di culto?parlare tanto ma agire poco saluti Bracaglia roberto via de giovanni 16

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: