DICHIARAZIONE SULLE RONDE ORGANIZZATE A RIMINI

Di Eugenio Pari

Rimini, 13 luglio 2008

Il fatto che con la compiacenza di questa amministrazione si siano organizzate ronde contro l’abusivismo commerciale segna una svolta preoccupante nelle politiche di sicurezza e legalità a Rimini.
Oggi si organizzano ronde contro i vu’ cumprà, domani, con l’approvazione del “pacchetto sicurezza” del governo si potranno organizzare ronde contro i Rom e gli immigrati clandestini. Il modello di “giustizia fai da te” è un modello pericoloso che rischia di portare a dei punti di non ritorno fomentando solo le insicurezze dei cittadini senza fornire, invece, risposte alle sacrosante richieste di legalità e, come dimostrato, può pagare in termini elettorali, ma lascia del tutto irrisolte le sacrosante richieste di più sicurezza dei cittadini.
Sarebbe interessante sapere con quali risorse si sono pagate le attrezzature che i volontari della protezione civile, sotto la guida dell’assessore alla sicurezza Biagini, hanno utilizzato per il pattugliamento della spiaggia.
È strano che più ci si discosta dalle visioni politiche della destra a Rimini, più ampi settori della maggioranza riminese vivano con fastidio tali prese di distanza, mentre assistiamo ad una omologazione del Pd e del centrodestra sui temi della sicurezza e non solo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: